Software per Agenti di Commercio e Agenzie di Rappresentanze

Chi Siamo

Un'azienda dinamica e affidabile che opera nel settore dell'informatica realizzando software professionali

Cosa Offriamo

Un Software gestionale che dal 2000 ad oggi è sempre in continua evoluzione per coadiuvare il lavoro degli agenti di commercio

Perchè Usarlo



La sua semplicità e completezza ti consente di avere subito una chiara ed approfondita visione della tua agenzia

Screenshot

Disponibile la versione 2.0.270 del 18-05-2018

La nuova versione è arricchita di nuove proprietà ed espansioni, nuova versione ….. anche nuove problematiche risolte !!!!“Sappi che lavoriamo per far si che Winintegra Professional risponda alle necessità di tutti ma per far ciò ha bisogno di TE che stimoli un percorso di crescita comune”

  • Un cantiere sempre aperto. Un software che cresce con il tuo aiuto. Il confronto continuo è il successo del rinnovamento.
La nuova versione comprende :
  • Miglioramenti vari

Scarica l’aggiornamento da qui.

N E W S  “CHIEDI PER IL COPIA COMMISSIONE ONLINE”   SAREMO LIETI DI MIGRARTI GLI ARCHI SU WEB E DARTI LA POSSIBILITA’ DI FARE GLI ORDINI DAL TUO TABLET O SMARTPHONE .

Nuovi Massimali Contributivi

Dal 1° gennaio 2018, l’aliquota contributiva del Fondo previdenza Enasarco in vigore è pari al 16,00 (nel 2017 era 15,55%) delle provvigioni di cui l’ 8% è a carico della ditta e il 8% è a carico dell’agente).

Per il 2018, il massimale annuo è pari a:

Agente plurimandatario

  • Il massimale provvigionale annuo per ciascun rapporto è pari a 25.275 euro (a cui corrisponde un contributo massimo di 4.044 euro);
  •  Il minimale contributivo annuo per ciascun rapporto di agenzia è pari a 423 euro (105,75 euro a trimestre).

Agente monomandatario

  • Il massimale provvigionale annuo per ciascun rapporto di agenzia è pari a 37.913 euro (a cui corrisponde un contributo massimo di 6.066,08 euro).;
  • Il minimale contributivo annuo per ciascun rapporto di agenzia è pari a 846 euro (211,50 euro a trimestre).

Il Regolamento delle atttività istituzionali  ha stabilito la seguente tabella di  graduali aumenti delle ALIQUOTE CONTRIBUTIVE   in un arco temporale di otto anni (dal 2013 al 2020) durante i quali si passerà dal 13,5% al 17%.

anni 2015 2016 2017 2018 2019 2020
Aliquota contributiva 14,65% 15,10% 15,55% 16,00% 16,50% 17,00%
(di cui aliquota previdenza) 12,50% 12,50% 12,55% 13,00% 13,50% 14,00%
(di cui aliquota previdenza a titolo di solidarietà) 2,15% 2,60% 3,00% 3,00% 3,00% 3,00%

Ricordiamo che il contributo va versato trimestralmente entro il 20 del secondo mese successivo al trimestre di competenza ;

LE SCADENZE per il versamento relative a ciascun periodo sono le seguenti :

1° trimestre – 20 Maggio
2° trimestre – 20 Agosto
3° trimestre  – 20 Novembre
4° trimestre  – 20 Febbraio dell’anno successivo.

Va sempre  ricordato che il criterio di applicazione dell’aliquota è quello della competenza, ragion per cui in  una fattura per provvigioni relative all’ anno 2017 l’aliquota da utilizzare è quella del 2017 , anche se la fattura viene emessa nel 2018.

Il versamento va effettuato obbligatoriamente on-line, con addebito sul c/c bancario del mandante. I conteggi sono effettuati direttamente dall’ Enasarco: la ditta si limita ad indicare solamente il monte provvigioni maturato per singolo agente.

ATTENZIONE: i contributi devono essere calcolati sulle provvigioni dovute all’agente anche se non ancora pagate e su tutte le somme dovute a qualsiasi titolo all’agente o al rappresentante di commercio in dipendenza del rapporto di agenzia (provvigioni, rimborsi spese, premi di produzione, indennità di mancato preavviso). Infatti il riferimento trimestrale deve essere considerato per competenza (il trimestre durante il quale sono maturate le provvigioni) e non per cassa.

LE SANZIONI in caso di mancato versamento prevedono che, se il contribuente inadempiente denuncia spontaneamente i versamenti contributivi omessi  relativamente alla contribuzione dovuta nell’ultimo anno, le sanzioni siano  ridotte in misura percentuale annua pari al TUR maggiorato di 5,5 punti (fino ad un massimo del 40% del contributo omesso), in luogo della sanzione ordinaria del 30% annuo (fino ad un massimo del 60% del contributo evaso).